Il Palio di Montagnana

Il Palio di Montagnana è conosciuto anche come Il Palio dei 10 Comuni. È una rievocazione storica che si svolge la prima domenica di settembre all’ombra delle mura medioevali, nata per festeggiare la liberazione della città dal dominio di Ezzelino III da Romano. Dopo secoli nei quali si perse questa tradizione, il palio riprese vita prima nel 1952, e poi con continuità dal 1977. Da allora l’appuntamento viene atteso trepidamente ogni anno, e lo storico palcoscenico riempito con variopinti costumi, rulli di tamburi, librarsi di bandiere, corsa dei gonfaloni e gara dei cavalli, che danno vita ad una splendida ed antica tradizione.

Questa ricorrenza è ancora oggi l’occasione per migliaia di persone di riunirsi per assistere ad uno spettacolo senza tempo.

Il pomeriggio della domenica arrivano anche le tanto attese corse dei cavalli e dei gonfalonieri. Partono prima le due concitate batterie dei cavalli, che dopo partenze false, testa a testa con sorpassi e talvolta cadute, decretano quali fantini possono accedere alla finale. Ogni comune partecipa con un proprio beniamino.

È quindi il turno dei gonfalonieri, corridori vestiti con abiti antichi e che sostengono il gonfalone del comune che rappresentano. Ed è anche la motivazione per cui ho avuto il piacere di approfondire la storia di questa splendida manifestazione e di viverla in prima persona. A settembre 2018 il palio è stato rimandato a causa del maltempo, e l’amico Michele, gonfaloniere del comune di Montagnana, impegnato per lavoro, mi ha chiesto di sostituirlo.
Il percorso si sviluppa su due rettilinei erbosi appena solcati dalla corsa dei cavalli, con due curve a 180°. Parecchie centinaia di persone sugli spalti in un’aria dove si respira quanto tutti i comuni ci tengano e desiderino fare del loro meglio. Parto nelle retrovie, e dopo la prima curva, trovandomi imbottigliato, mi sposto all’esterno provando a superare alcuni concorrenti. La seconda curva è decisiva, da lì parte l’ultimo allungo verso il traguardo. Attorno al campo incitamenti per tutti. Do il massimo e poco prima del traguardo riesco a raggiungere la seconda posizione! Davanti solo Bobbato, gloria dell’atletica italiana sugli 800 metri una decina di anni prima.

Nel 2019 una soleggiata e calda giornata ha fatto da cornice alla manifestazione.
La mia partenza nella gara dei gonfalonieri è stata migliore dell’anno precedente; alla seconda curva sono in terza posizione, di nuovo ultimo allungo a tutta, divengo primo ma aspetto dalle spalle l’arrivo di un ragazzo di livello nazionale con una fiorente carriera atletica davanti. Manca ormai poco, mi sorpassa veloce, e chiudo secondo, primo degli umani. Quest’anno tutta la squadra va alla grande, ci sono vari primi posti nelle altre discipline e dopo tanti anni…il Montagnana vince!!! È un evento e ci ritroviamo per festeggiare all’inizio di novembre.

Un ringraziamento particolare a Nicola, presidente dell’associazione, ed a tutto lo staff che si prodiga per tenere in vita e rendere bella questa manifestazione. Dove c’è impegno c’è bellezza, allora al comune di Montagnana ed a tutti i comuni coinvolti in questo meraviglioso palio, l’augurio di una vita lunga ancora tanti secoli!

L’appuntamento è ora domenica 6 settembre, per un tuffo nella storia ed una giornata di festa!!!

Lascia un commento